Le indicazioni per la corretta esecuzione delle coperture in laterizio sono riportate nella normativa UNI 9460 (Codice di pratica per la progettazione e l´esecuzione di coperture discontinue con tegole in laterizio).

TIPI DI SUPPORTO

Gli elementi in laterizio per coperture (coppi e tegole) possono essere posati su uno dei seguenti supporti, che devono garantire la micro-ventilazione sottomanto e la stabilità degli elementi:
  • cordoli (limitati) di malta bastarda stesi su solaio in c.a.; i cordoli devono essere eseguiti con malta bastarda (150 Kg di cemento, 175-225 Kg di calce idraulica per mc di sabbia asciutta) e non con malta di solo cemento.
  • listellatura di legno fissata ad una struttura portante lignea, solaio di c.a. o tavelloni o altro tipo di struttura continua o discontinua.
  • pannelli sagomati e traspiranti, con funzione di supporto termoisolante, purchè garantiscano la microventilazione sottotegola.
  • altri tipi di struttura in metallo o plastica.

POSIZIONE DEI CORDOLI E DEI LISTELLI

  • I cordoli non devono essere continui per permettere lo scorrimento di eventuali acque di infiltrazioni e la necessaria microventilazione.
  • I coppi e le tegole non devono mai essere fissate con malta, ma appoggiate su cordoli asciutti, poichè la malta ostacola il movimento dell´aria sottotegola, portando ad un rapido decadimento delle tegole che non riescono a "respirare".
  • I listelli devono essere interrotti in senso trasversale alla falda ogni 4 m per migliorare la ventilazione e lo scorrimento eventuale di acqua d´infiltrazione
  • I listelli devono essere di dimensioni 3x4 cm o 4x4 cm ed interrotti in senso trasversale alla falda ogni 4 m per migliorare la ventilazione e lo scorrimento eventuale di acqua d´infiltrazione.
  • Evitare il contatto continuo tra manto e falda (specie se in presenza di membrane impermeabilizzanti), per garantire il necessario effetto ventilante.
  • Il primo listello di gronda deve avere un´altezza superiore rispetto agli altri listelli di almeno 2 cm (spssore pari a quello di una tegola) per compensare la mancanza della tegola inferiore e consentire alla prima fila di elementi di avere la stessa pendenza degli altri.

VENTILAZIONE

La linea di colmo non deve mai essere murata perchè in questo punto l´aria circolante nel sottotegola trova la sua naturale via di uscitaGli elementi lungo la linea di colmo non devono mai essere murati perchè in questo punto l´aria circolante nel sottotegola trova la sua naturale via di uscita.

La microventilazione sottotegola è necessaria per permettere nel sottomanto la circolazione di una lama d´aria che fornisce una serie di importanti prestazioni:
  • smaltire il vapore acqueo che risale dagli ambienti sottostanti;
  • contribuire d´estate a mantenere ventilato il solaio di copertura prima che il calore si trasmetta agli ambienti sottostanti;
  • assicurare una migliore conservazione sia del manto che della listellatura.

POSA IN OPERA

La sporgenza ottimale della prima fila di coppi o tegole sulla grondaia deve essere di 7 cmLa prima fila di coppi o tegole, in prossimità della grondaia, deve essere rialzata di un valore pari allo spessore di un coppo o tegola e sporgere su quest´ultima per circa 7-8 cm (valore ottimale per grondaie di 20-25 cm di diametro). Una sporgenza minore potrebbe consentire ritorni d´acqua nel sottomanto o travalicamenti della linea posteriore della grondaia in caso di forte vento.

Una sporgenza maggiore potrebbe causare travalicamenti dell´acqua piovana dalla linea anteriore della grondaia, specie con falde molto lunghe, o in caso di forte vento in direzione della linea di massima pendenza.

La zona in prossimità della grondaia è particolarmente interessata a fenomeni di accumulo di acqua, pertanto è consigliabile impermeabilizzare per circa 50-60 cm per evitare ristagni di acqua.

PER UNA MIGLIORE RESA CROMATICA NELLA POSA DEI PRODOTTI, ANTICHIZZATI E NON, SI CONSIGLIA DI MISCELARE GLI ELEMENTI DI DIVERSI BANCALI.


POSA DEI COPPI

La posa in opera dei coppi si esegue disponendo sulla superficie un primo strato di elementi con la concavità rivolta verso l´alto e l´estremità più larga del coppo verso la linea di colmo. I coppi di canale vanno disposti a file allineate e attigue, partendo dalla grondaia verso il colmo, sovrapposti per 10 cm circa.
Sul primo strato vanno disposti altri coppi con la concavità rivolta verso il basso e l´estremità più larga del coppo verso la linea di gronda (coppi di coperta). La prima fila dei coppi va fatta con coppi accorciati.




POSA DI UNICOPPO

La posa in opera di Unicoppo richiede alcuni accorgimenti per ottenere un risultato ottimale.

La prima colonna di tegole va supportata con un listello perpendicolare (elemento 2) alla linea di gronda (elemento 1), di 3x3 cm se le tegole sono supportate su listelli longitudinali, di 4x4 cm se sono posate direttamente sulla caldana del tetto. Anche la prima riga di tegole va supportata con un listello (elemento 3) di 1.5 cm di spessore maggiore rispetto ai successivi listelli trasversali (o di 2.5 cm se posata su caldana).

La linea di gronda deve essere perfettamente perpendicolare (a formare un angolo di 90°) con la scossalina laterale.
Il montaggio va effettuato partendo dalla linea di gronda al colmo procedendo per colonne. La posa va effettuata obbligatoriamente due colonne alla volta dalla linea di gronda al colmo. Si ottiene così una registrazione ottimale delle colonne.
Il semplice appoggio su listelli è ammissibile con pendenze comprese tra il 30% e il 45%. In generale, la pendenza consigliata è di 35%. In caso di pendenza tra 30% e 35% è necessario l´uso di una guaina impermeabilizzante traspirante, che blocca le infiltrazioni di acqua meteorica ma consente il passaggio del vapore che viene prodotto dagli ambienti interni.






POSA DELLE TEGOLE

Posa delle tegole portoghesiLa posa in opera delle tegole portoghesi si esegue procedendo per file diagonali, guardando la falda da destra a sinistra e partendo dalla grondaia.

Posa delle tegole marsigliesiPer le tegole marsigliesi si procede per file orizzontali successive, una alla volta oppure con due o tre file contemporaneamente.
È possibile procedere nella posa con giunti sfalsati: ogni altra fila deve essere iniziata con l´elemento speciale mezza tegola.
Lo sfalsamento delle file garantisce che l´incastro aperto va a cadere sul centro della tegola sottostante, facilitando il deflusso delle acque.
Per garantire un fissaggio impermeabile nel tempo delle tegole su listello, o sulla struttura portante del tetto, devono essere utilizzate esclusivamente viti con guarnizione, o chiodi sigillati con silicone trasparente a basso modulo elastico o con l´apposito gancio.


Listello perpendicolare alla linea di gronda Linea di gronda Listello di supporto alla prima linea di tegole Unicoppo Particolare della sovrapposizione del listello perpendicolare alla linea di gronda

NEWSLETTER ... Archivio newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato su tutte le ultime novità.

Consenso al trattamento dei dati personali


CAPTCHA Image Nuovo codice

INFO

Punto Informazioni è attivo per rispondere in tempo reale a qualsiasi Vostra richiesta.

COMMENTI

Lascia un messaggio o un suggerimento: ci sarà molto utile per migliorare il sito e i servizi offerti.

EVENTI

Visualizza tutti gli eventi programmati: corsi di formazione, seminari, fiere,...