CONDUTTIVITÀ TERMICA

La conduttività (o conducibilità) termica λ è la proprietà specifica di ciascun materiale di trasmettere calore e indica la quantità di calore in Watt che fluisce nel tempo attraverso uno strato di materiale dello spessore di 1 m, quando esiste tra le due superfici che lo delimitano una differenza di temperatura di 1 K (Kelvin).

Nel campo dell´edilizia, quanto più un materiale ha un valore di λ basso, tanto migliori sono le proprietà isolanti del materiale stesso.


TRASMITTANZA TERMICA

La trasmittanza (o conduttanza) termica K indica la quantità di calore in Watt che passa attraverso 1m² di materiale, quando esiste tra le due superfici che lo delimitano una differenza di temperatura di 1 K (Kelvin); è una proprietà specifica di ciascun materiale. In edilizia la grandezza rappresenta la facilità con cui un materiale è attraversato dal calore, in particolare, minore è il valore K, minore sarà la dispersione di calore attraverso le parti edili (considerata anche la superficie perimetrale dell´edificio) e quindi maggiore sarà la protezione degli edifici dal freddo durante l´inverno, con un evidente risparmio energetico.

Se confrontiamo, come esempio, i valori di conduttività termica di alcuni materiali comunemente usati per l´isolamento degli edifici, si nota che il poliuretano è il materiale con il valore di conduttività termica pił bassa, cioè manifesta in generale le migliori prestazioni isolanti, impedendo il passaggio del calore attraverso il materiale:

LANA DI VETRO POLISTIRENE POLIURETANO SUGHERO FIBRA DI LEGNO
0.045 0.035 0.030 0.045 0.040
Unità di misura: W/mK
W=watt, m= metri, K=Kelvin (unità di misura della temperatura nel Sistema Internazionale; 1K corrisponde a +273.15 °C)

Fonte: Peter Erlacher

Se però mettiamo a confronto gli spessori utili per ottenere un valore omogeneo di trasmittanza termica (nel caso specifico 0.4 W/m²K), in modo tale che si verifichi la stessa dispersione termica tra i materiali, si può notare che i valori ottenuti con materiali sintetici e naturali non sono eccessivamente distanti:

Confronto degli spessori necessari per ottenere una trasmittanza k pari a 0.4 W/m²K
SPESSORE UTILE PER OTTENERE UN VALORE DI TRASMITTANZA TERMICA PARI A
0.4 W/m²K
LANA DI VETRO/ROCCIA EPS POLIURETANO CELLULOSA SUGHERO FIBRA DI LEGNO
10 cm 8 cm 7 cm 10 cm 10 cm 9 cm
Fonte: Peter Erlacher

L´utilizzo di materiali coibenti è una scelta obbligatoria e ormai largamente consolidata: basti pensare che per raggiungere lo stesso valore di trasmittanza termica (0.4 W/m²K) sarebbe necessario per una muratura in mattone pieno uno spessore di 160 cm, per una muratura in mattone porizzato uno spessore di 46 cm e per il calcestruzzo ben 530 cm di spessore!


CAPACITÀ TERMICA

La capacità termica c è la proprietà di un materiale di assorbire o emanare calore e indica la quantità di calore in Joule che una massa assorbe o emana nel tempo, quando la sua temperatura viene alzata o abbassata di 1 K (Kelvin).
Nel campo dell´edilizia, un materiale con capacità termica elevata è in grado di accumulare (e rilasciare nel tempo) una quantità alta di energia termica.


SFASAMENTO

Nel periodo estivo, la protezione degli edifici dal caldo esterno viene garantita dallo sfasamento, cioè dall´arco di tempo necessario affinchè l´onda termica fluisca dall´esterno all´interno attraverso il materiale da costruzione. Quanto più alto è lo sfasamento, tanto migliore sarà la protezione dal caldo che il materiale riesce a garantire.

Mettendo a confronto gli spessori utili di alcuni materiali coibenti per ottenere uno sfasamento di 8 ore, si possono fare alcune riflessioni:

Confronto degli spessori necessari per ottenere uno sfasamento di 8 ore
SPESSORE UTILE PER OTTENERE SFASAMENTO DI 8 ORE
LANA DI VETRO/ROCCIA EPS POLIURETANO CELLULOSA SUGHERO FIBRA DI LEGNO
33 cm 35 cm 28 cm 25 cm 18 cm 12 cm
Fonte: Peter Erlacher

La fibra di legno densità 150 Kg/m³ è in grado di rallentare il passaggio del calore per 8 ore con uno spessore di soli 12 cm, rispetto ai 35 di un pannello in polistirene densità 25 Kg/m³ o ai 33 cm della classica lana di roccia usata nelle intercapedini.
La fibra di legno ha una capacità massica molto elevata ed è in grado di assorbire fino a 2400 J/KgK. Questo valore dimostra l´efficienza della fibra di legno per l´isolamento termico ed acustico delle abitazioni, in particolare di tetti, pareti interne ed esterne, di facciate e di soffitti intermedi. La fibra di legno è un prodotto naturale, esente da sostanze nocive e stabile nel tempo; è altamente traspirante, permette al vapore acqueo di migrare verso l´esterno, creando un clima sano e confortevole all´interno della casa.


NEWSLETTER ... Archivio newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato su tutte le ultime novità.

Consenso al trattamento dei dati personali


CAPTCHA Image Nuovo codice

NORMATIVA PRIVACY

INFO

Punto Informazioni è attivo per rispondere in tempo reale a qualsiasi Vostra richiesta.

COMMENTI

Lascia un messaggio o un suggerimento: ci sarà molto utile per migliorare il sito e i servizi offerti.

EVENTI

Visualizza tutti gli eventi programmati: corsi di formazione, seminari, fiere,...